Attenzione! Spedizione GRATIS per QUALSIASI ordine fino al 31/10/2020!!!

Perché è difficile saldare l’alluminio?

La saldatura dell’alluminio, come abbiamo potuto affrontare nel nostro articolo precedente, consta nella difficoltà di frantumare la pellicola di ossido di alluminio (allumina) che determina una differenza di temperatura di fusione. Questa disparità provoca la fusione dell’alluminio prima ancora che lo strato di ossido si sia pulito.

Questo processo può essere effettuato meccanicamente pochi minuti prima della saldatura oppure attraverso l’impiego della funzione “decapante” azionata da saldatrici TIG ad arco pulsato ad onda quadra in corrente alternata. In parole semplici possiamo dire che il trasferimento della corrente utile alla fusione si alterna (onda) con il momento di pulizia. Questo avviene ad una frequenza variabile in modo da permettere una perfetta saldatura su vari tipi di spessore.

Un aspetto importante è la “direzione” dell’arco. Mentre nella saldatura a corrente continua (DC) il polo negativo è nella torcia, nella saldatura a corrente alternata (AC) è esattamente il contrario. Questo per fare in modo che sia il materiale, sotto lo strato di allumina, a bucarla “andando” verso l’elettrodo della torcia.
Attenzione: nel caso della saldatura TIG su alluminio con saldatrice a corrente alternata, la torcia TIG va comunque collegata sempre al connettore con simbolo (-). Sarà la saldatrice ad invertire la corrente in modo prestabilito.

Sempre parlando di saldatura TIG in AC è bene notare un particolare che riguarda il diametro degli elettrodi al tungsteno.

Riguardo la tipologia ne abbiamo già parlato (leggi il nostro articolo specifico sugli elettrodi al tungsteno e relative applicazioni) quindi vediamo un attimo le differenze di amperaggio tra la saldatura AC con decapaggio e senza:

Diametro dell’elettrodo Corrente (A) con decapaggio Corrente (A) senza decapaggio
1,6 40-75 30-60
2,4 60-120 60-100
3,2 100-180 90-150
 4,0 170-230 150-200


La forma della punta dell’elettrodo nella AC può essere anche arrotondata senza pregiudicare la qualità del cordone.
Alcuni esempi di anomalie sul consumo irregolare della punta dell’elettrodo al tungsteno.

4
Come al solito ti invitiamo a scriverci se qualcosa non fosse chiaro! Ci sono diversi modi:

  • Whatsapp 348 6018421
  • Email: info@tecnista.it
  • Telefono: 0431 621270

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati

x

×
×

Mostrami di più